Palato stretto: sintomi, cause, quando e come intervenire

Il deficit trasversale del mascellare superiore, comunemente conosciuto come palato stretto, è un difetto diffuso tra i bambini che provoca problemi anche in altre parti del corpo.

Quali sono i sintomi per riconoscerlo?
Quando intervenire? E come intervenire?

QUANDO UN PALATO PUO’ ESSERE DEFINITO STRETTO? I SINTOMI.

Morso crociato (i denti inferiori sono più esterni dei superiori)

Mandibola sporgente o rientrante o deviata da un lato


Denti accavallati o in posizione sbagliata

Volta palatina molto profonda


QUALI SONO LE CAUSE?


Le principali cause del palato stretto sono:

  • Fattori genetici
  • Respirazione con la bocca invece che con il naso
  • Succhiamento del pollice
  • Succhiamento protratto del ciuccio
  • Traumi facciali




CHE PROBLEMI COMPORTA IL PALATO STRETTO?

I problemi derivanti da questo difetto sono molti, scopriamoli insieme:

• Malocclusioni (scorretto combaciamento delle arcate dentarie)
• Difficoltà a masticare o a mordere (masticazione scorretta)
• Crescita asimmetrica della mandibola
• Problemi di fonesi
• Problemi di deglutizione
• Difficoltà a respirare correttamente con il naso
• Russamento e apnee notturne
• Tonsiliti


QUANDO INTERVENIRE? QUANDO FISSARE LA PRIMA VISITA DA UNO SPECIALISTA?

E’ importante intervenire il prima possibile per molte ragioni.

Innanzi tutto perché bisogna allargare l’osso palatino con un apparecchio fisso e non allargare i denti con un apparecchio mobile.

Nei bambini infatti in mezzo al palato c’è una sutura non ancora ossificata e prima si interviene allargandola più è facile correggere il palato stretto. Mano a mano che ci si avvicina all’ossificazione della sutura (generalmente intorno ai 14 anni) è sempre più pericoloso per i denti superiori tentare di effettuare un’espansione del palato.

Un intervento precoce inoltre evita l’instaurarsi di asimmetrie della crescita mandibolare e facilita la corretta respirazione nasale del bambino.

Poiché i sintomi del palato stretto appaiono già tra i 4 e 5 anni, è raccomandato da tutte le società scientifiche fissare una prima visita con uno Specialista in Ortodonzia prima dei 6 anni di età.

E’ utile ricordare che TUTTI gli Specialisti in Ortodonzia sono dentisti che dopo la Laurea si sono specializzati in Ortodonzia con un apposito corso universitario di ulteriori 3 anni, mentre la maggior parte dei dentisti NON sono specialisti in ortodonzia.


LA CURA DEL PALATO STRETTO: L’ ESPANSORE PALATALE

L’espansore palatale è un apparecchio fisso che consente di ampliare la larghezza del mascellare superiore.

L’espansore lavora allargando le due metà dell’osso mascellare superiore, chiamato palato. Le due metà sono connesse da una sutura, al centro della volta orale, che nei bambini non è ancora ossificata.

Lo Specialista in Ortodonzia deve preparare un espansore su misura per ciascun paziente: un apparecchio fisso che si appoggia sui denti superiori posteriori tramite due anelli metallici chiamati “bande”, con una vite al centro che deve essere girata ogni giorno dai genitori attraverso un’apposita chiavetta, seguendo uno schema di attivazione personalizzato consegnato dallo Specialista in Ortodonzia che avrà cura di valutare l’avvenuta espansione nei controlli successivi.


COME AVVIENE IL PROCESSO DI ESPANSIONE PALATALE? E QUANTO DURA LA CURA?

Man mano che il mascellare superiore si espande, si forma del tessuto osseo che riempie lo spazio lo spazio formato tra le due metà del palato. Questo processo si chiama “osteogenesi per distrazione” .

Un espansore palatale rapido, viene solitamente portato dai 6 ai 12 mesi: la fase di espansione attiva dura infatti poche settimane, ma l’apparecchio deve poi restare in bocca per alcuni mese in relazione alle indicazioni del tuo Specialista per consolidare l’avvenuta espansione ed evitare di vanificare il risultato ottenuto.


INFINE, ECCO UN ESEMPIO DI OCCLUSIONE CORRETTA

Contattami ora se hai bisogno di ulteriori informazioni o per fissare un appuntamento

 

RICHIESTA VISITA / CONSULENZA

Richiedi una visita


[]
1 Step 1
Contattaci per una visita
Nome e Cognome
Telefono
Messaggio
0 /
Privacy
Informativa per il trattamento dei dati personali. I dati personali inviati saranno utilizzati da parte della nostra azienda nel pieno rispetto del Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali UE n. 2016/679 (GDPR) e dalla normativa italiana vigente in materia.
Previous
Next
powered by FormCraft

24-25 Novembre 2017 CONGRESSO SIALIGN e SiTEbi a Roma

Il 24 e 25 Novembre 2017 a Roma due delle principali associazioni scientifiche italiane in campo ortodontico, la Società Italiana di Tecnica Bidimensionale (SITeBi) e la Società Italiana di Allineatori (SIALIGN) hanno organizzato un convegno congiunto dal titolo “Movimenti dentali a confronto” per prendere in esame lo stato dell’arte delle due tecniche.

Il Dott. Achille Farina è stato invitato quale relatore per esporre la propria esperienza di 15 anni nell’uso degli allineatori ortodontici trasparenti. Essendo infatti stato il primo in Italia nel 2002 ad utilizzare quello che all’epoca si presentava come un sistema rivoluzionario ed avendo nel corso degli anni utilizzato allineatori di produttori diversi, la sua relazione “Biomeccanica degli allineatori: ecco perché non sono tutti uguali” ha potuto mettere in luce come gli allineatori oggi presenti sul mercato si differenzino grandemente tra loro per qualità e precisione e come ciò vada ad incidere sull’efficacia biomeccanica per realizzare i movimenti dentali desiderati.

Il Dottor Farina ha poi illustrato i vantaggi dell’esclusivo TwinAligner® System di Orthocaps, l’unico ad utilizzare due allineatori per ogni step di trattamento, uno per il giorno ed uno per la notte.

47th SIDO International Congress

Per la terza volta negli ultimi quattro anni il Dott. Achille Farina è stato invitato a condividere la sua esperienza nel campo dell’ortodonzia estetica al più importante e partecipato congresso di ortodonzia che si svolge annualmente in Italia.

La relazione che il Dott. Farina ha tenuto il 14 Ottobre 2016 al 47th SIDO INTERNATIONAL CONGRESS svoltosi a Firenze ha riscosso notevole interesse da parte dei dottori intervenuti.

VIDEO: INTERVISTA AD ACHILLE FARINA – 47° SIDO INTERNATIONAL CONGRESS

La relazione dal titolo “Superare le sfide biomeccaniche degli allineatori con Orthocaps” ha illustrato i vantaggi del TwinAligner® System di Orthocaps rispetto alle altre apparecchiature simili oggi in commercio: maggiore trasparenza, maggiore elasticità, migliore resistenza all’usura e, in definitiva, risultati clinici più prevedibili ed in un tempo più breve.